FRANCESCO ASTIASO GARCIA

ARTIST

VISIONE POETICA

 

Oggi è importante poter sovvertire le tradizionali funzioni e forme del quadro, il piano pittorico può essere tagliato, bruciato, smontato, assemblato, sostituito con le sostanze e i processi più vari perché l’artigianato conferma la cultura, l’arte la mette sempre in discussione.

 

Tuttavia l’artista che non conosce la storia dell’arte ignora il suo passato e le sue innovazioni segneranno solo mode passeggere; Noi artisti dovremo essere come  un’onda del mare che raggiunge l’ onda che la precede e si spinge un pochino più in la.

 

Attraverso l’arte desidero creare ponti tra i canoni della bellezza classica e le avanguardie della pittura del nostro tempo. Intendo il contemporaneo come una sintesi di modernità e tradizione.

Diceva Modigliani:” la modernità è un gran mistero, accoppiata a ciò che fu, gravida di ciò che sarà”.

 

L’opera autentica partecipa al mistero della Bellezza che ogni uomo può contemplare nel creato, ogni artista copia la natura anche senza saperlo. Il quadro diventa dunque lo spazio di una libertà da scoprire, finestra dell’anima e de-ja-vù della creazione.

 

L’atto creatore deve essere anteriore alla forma e al suo contenuto, non importa tanto l’intenzione dell’artista quanto la sua capacità di lasciarsi sorprendere dall’opera.

‚Äč

L’eredità dell’artista consiste più che in una serie di quadri in un atteggiamento riguardo la vita!

L’arte è nostalgia del cielo e desiderio di pienezza! La radice dell’esistenza umana è abitata dal desiderio di trascendere tutti i limiti, la Bellezza è fragile custode di questo insopprimibile anelito!

 “ Fare Arte significa in ogni cosa mostrare Dio.”

 

                                                                        Francesco Astiaso Garcia